Navigazione veloce

Foppenico Infanzia

Parco Allende, 3 23801 Calolziocorte (LC)

 


 

La Scuola dell’Infanzia di Foppenico si trova a Calolziocorte nella frazione di Foppenico. E’ collocata all’interno del Parco Allende da cui si accede alla Scuola Secondaria e al complesso scolastico che ospita anche la Scuola Primaria di Foppenico. E’ raggiungibile sia dal Parco Allende, sia da Via Matteotti.

Dispone di ampi spazi esterni e di spazi interni con vari tipi di utilizzo.

OUTDOOR EDUCATION 

L’attenzione e la valorizzazione del “fuori” rientra nello sviluppo del rispetto per la natura e il luogo in cui si vive, stimolando un sentimento di “cittadinanza attiva” fin dalla più tenera età. La nostra volontà, quindi, è di uscire molto spesso con i bambini dalle mura scolastiche, per permettere loro di esplorare il mondo che li circonda e di rendersi conto delle ricchezze che sono a loro disposizione ogni giorno e di cui hanno il diritto e il dovere di prendersi cura. Questo significa cogliere l’opportunità di collegare il “dentro” scolastico al “fuori”, creando un filo invisibile  che aiuti i bambini a vivere globalmente le esperienze, senza una netta suddivisione, come spesso accade, tra lo spazio scolastico e il resto del mondo. Noi, quindi, ci apriamo al fuori e, al tempo stesso, è il fuori che entra nell’aula scolastica attraverso le mani dei bambini.


Questo tipo di approccio, ha il bisogno di trovare condivisione con le famiglie, per questo motivo è importante rendere partecipi i genitori delle scelte educative e delle motivazioni che ci hanno spinto ad aprirci maggiormente “al fuori”. I bambini di oggi, infatti, hanno molteplici opportunità di vivere esperienze in un ambiente chiuso e strutturato (la casa, la palestra, la scuola, la piscina..) ma, purtroppo, si stanno allontanando dalle esperienze da vivere all’esterno. La scuola, quindi, luogo e tempo di vita fondamentale per i bambini, deve assumersi la responsabilità di offrire loro ciò che manca nella loro quotidianità stimolandoli a vivere esperienze in natura e a mettersi alla prova in ambienti naturali. 

SPAZIO ESTERNO

Lo spazio esterno è strutturato in diverse aree. L’ampio giardino che circonda tutto l’edificio scolastico ospita: attrezzature per la prima infanzia, una cucina all’aperto dotata di impianto idroelettrico munita inoltre di vere e proprie stoviglie;  una parte di cortile pavimentato che funge d’accesso alla scuola ed è utilizzabile anche con biciclette, tricicli e monopattini, oltre che per giochi di gruppo vista la circolarità della piazzetta; uno spazio con tettoia che permette attività di travasi, di pittura, di semina, di osservazione scientifica in un contesto all’aperto ma comunque riparato; un angolo di giardino “più selvaggio”, strutturato ad aiuole per favorire semplici attività di giardinaggio.



 

 INSTALLAZIONI GIOCO NEL GIARDINO DELLA SCUOLA

Angolo sabbiere: per sperimentare il piacere di manipolare, scavare, inventare, costruire.
Attrezzato con palette, rastrelli, secchielli, mulini, ma anche materiali naturali per favorire processi creativo-costruttivi. 

Angolo impianto idraulico: per effettuare travasi, scoprire il galleggiamento, la comunicazione tra vasi, osservare se ha piovuto… giocare con l’acqua!
Angolo altalene a piattello e slackline: per sperimentare nuovi equilibri, spinte e movimenti.

Angolo scientifico: per permettere di osservare, manipolare, scoprire diversi elementi naturali grazie all’ausilio di attrezzature specifiche (provette, lenti di ingrandimento, siringhe..) 


Angolo altalene a piattello e slackline: per sperimentare nuovi equilibri, spinte e movimenti 
 Angolo cucina a cielo aperto: realizzata con materiali di recupero, offre possibilità di approfondimenti esperenziali. 

GLI SPAZI INTERNI 

IL SALONE

Area centrale della scuola, il salone rappresenta un punto d’incontro per le diverse sezioni; qui i bambini si ritrovano in cerchio nei momenti comuni. Esso è, anche, luogo aperto ai genitori che, accompagnando e prendendo i bambini a scuola, si ritrovano in questo spazio per visionare i prodotti dei bambini e la documentazione cartacea o fotografica delle attività prodotta dall’insegnante; qui vengono mostrati gli avvisi e il diario di bordo, compilato quotidianamente da ogni sezione per condividere con le famiglie le attività svolte.

Il salone rappresenta anche uno spazio importante per offrire ai bambini occasioni di gioco libero, grazie ai suoi angoli adatti all’auto-organizzazione.

 Alcuni spazi sono fissi altri possono subire modifiche; attualmente sono presenti:

 

Un angolo cucinetta per ricreare un piccolo ambiente domestico in grado di favorire il gioco simbolico.

 

 

 

Un angolo dei travestimenti per imparare a indossare i panni di un altro e “far finta di…”.

 

   

Un angolo Remida per inventare e progettare con materiale destrutturato.

 

 

Un angolo con uno scivolo e una struttura per arrampicare e sperimentare il piacere motorio.

 

 

 

 

Uno spazio teatro per “mettersi in gioco” scegliendo il ruolo per sé più congeniale.

 

 

 

Un tavolo luminoso per giocare analizzando il fenomeno della luce e i suoi effetti con materiali traslucidi e trasparenti.

 

 
 

LE SEZIONI 

Lo spazio di ogni sezione è pensato e strutturato per soddisfare i bisogni specifici dei bambini in relazione alla loro età e per favorire il più possibile l’esplorazione autonoma. In particolare, in ogni sezione si cerca di ricreare un ambiente ricco di materiale naturale e destrutturato in modo che i bambini possano mettere in gioco la loro immaginazione, creatività e pensiero divergente. Gli angoli delle sezioni subiscono spesso modifiche durante l’anno. Osservando il gioco dei bambini, infatti, si registrano mutamenti nei loro interessi e bisogni che portano a ridefinire e cambiare gli angoli e i materiali. Le nostre classi sono come dei “cantieri” in cui spesso si trovano dei “lavori in corso”, che avvengono con un coinvolgimento attivo dei bambini. In particolare sono presenti:

 

 Angolo del tappeto: luogo di ritrovo utilizzato per coltivare “il diritto al dialogo”, cioè posto dove i bambini         possono raccontarsi e ascoltarsi; qui si svolgono anche le routine quotidiane (presenze, calendario, incarichi).

 I bambini si raccontano in cerchio sul tappeto.

 

 Angolo della pace/conflitto: luogo volto ad abituare i bambini a “litigare bene”, ovvero a trovare soluzioni in       autonomia ai conflitti quotidiani.

 

Due tane ispirate alla storia “Il litigio” letta ai bambini dove entrare per cercare soluzioni ai conflitti in autonomia.

 

 Angolo con tavoli: luogo adatto a disegnare, tagliare, manipolare materiali, volto a garantire l’espressione della     creatività di ciascuno, coltivando, così, “il diritto dell’uso delle mani”.

 

       Tavolo grafico pittorico.

 

 Angolo scientifico: luogo per osservare e analizzare, anche attraverso l’uso di strumenti, materiali raccolti dall’insegnante o spontaneamente dai bambini, per promuovere uno sguardo attento e scientifico sulla realtà circostante; si coltiva, in questo modo, “il diritto alle sfumature”.

                            

 Osserviamo il fenomeno della luce e della trasparenza, giocando con le ombre e la lavagna luminosa.

 

Angolo della lettura: luogo per sperimentare il piacere della lettura.

 

 

 
 

UN’AULA CON FUNZIONE DORMITORIO

Nell’aula sono presenti le brandine per soddisfare il bisogno della nanna di alcuni bambini di tre anni. Qui è presente un casellario per riporre gli effetti personali del sonno di ciascun bambino (sacca con cuscino, lenzuolino, copertina, peluche).

                                                                      

                                                                      

 

UN ATELIER PER ATTIVITA’ ESPRESSIVE, MANIPOLATIVE E COSTRUTTIVE

La stanza è attrezzata con tavoloni e piani verticali che permettono di sperimentare l’attività grafico-pittorica in tutte le sue forme (pittura verticale ed orizzontale). I materiali presenti sono facilmente reperibili dai bambini per favorire l’autonomia nella scelta di ciò che gli serve. Inoltre si configura come spazio ideale per attività di manipolazione e per costruire e giocare con materiale destrutturato; qui, infatti, è presente un angolo Remida dotato di materiale di scarto, industriale e domestico in grado di stimolare la fantasia dei bambini.

                                                                                        

                                                                   

 

UNA STANZA PER ATTIVITA’ PSICOMOTORIE E MOTORIE

Lo spazio è attrezzato con morbidoni in gomma piuma, materassi, palle, birilli, teli, cerchi e molto altro materiale psicomotorio.

In questa stanza vengono fatte proposte di psicomotricità e i bambini trovano uno spazio specifico per raccontarsi attraverso il corpo, esprimendo emozioni e paure attraverso un canale non verbale.

Inoltre lo spazio si presta anche per strutturare percorsi motori, in grado di valorizzare la dimensione del movimento, e percorsi di rilassamento, volti a prendere consapevolezza della propria corporeità e sviluppare la pratica dell’ascolto.     

                                

 

 

IL REFETTORIO

E’ lo spazio in cui i bambini si ritrovano per pranzare. E’ suddiviso in parti rispecchianti la suddivisione dei gruppi sezione. Le insegnanti pranzano al tavolo con i bambini. Il cibo viene trasportato dalla mensa della Scuola Primaria di Foppenico e servito da un’addetta. I bambini in refettorio sperimentano, a turno, il ruolo del cameriere.

 

 

 

I SERVIZI IGIENICI

Vi sono due servizi igienici, uno accessibile dal refettorio e uno accessibile dal salone. Vengono utilizzati dai gruppi classe nei momenti di routine di cura della persona e sono inoltre fruibili dai bambini autonomamente. Uno dei due bagni è di ampie dimensioni e diventa un luogo ideale anche per esperienze con l’acqua (giochi di travaso, esperimenti scientifici, gioco delle lavandaie ecc.).       

     

 

Il bagno diventa uno spazio per sviluppare il gioco simbolico

Il bagno diventa uno spazio per giochi di travasi

 

STUDIO DELLE INSEGNANTI

Nello studio le insegnanti si riuniscono sistematicamente per progettare le attività e per discutere di didattica e aspetti organizzativi.

 

A SCUOLA IN SICUREZZA: MISURE ANTI-COVID